Interpretare il paesaggio con
Mercoledì 13 aprile 2016 ore 21
Centro Sportivo Barca Bologna (via R. Sanzio 6)

“La fotografia di paesaggio è forse il genere più frequentato da fotografi amatoriali e professionisti. All’apparenza banale richiede impegno,costanza e conoscenze per ottenere risultati apprezzabili. Spesso uno splendido paesaggio diviene un comune ricordo di viaggio se non si pone la dovuta attenzione alla composizione e all’esposizione per rendere al meglio l’atmosfera del paesaggio.” cit. Wikipedia.

Arizona

Arizona

Questa definizione è certamente una base di partenza corretta per un primo approccio alla fotografia paesaggistica.

E’, inoltre, senz’altro vero che senza tecnica, senza costanza, difficilmente un paesaggio da noi ritratto rimarrà ‘indimenticabile’.

In questi ultimi anni ho avuto la fortuna di poter viaggiare in posti straordinari e per questo motivo mi sono spesso confrontato con urbani e soprattutto naturali di rara bellezza. In alcuni viaggi di ‘gruppo’, sono stato a stretto contatto con fotografi paesaggisti davvero molto preparati e bravi.

Dei veri puristi oserei dire: si viaggiava per centinaia di chilometri, ogni giorno, per coprire le distanze notevoli fra le varie tappe del viaggio ed ho scoperto, con un certo stupore, che il vero fotografo paesaggista usa la sua macchina fotografica solo all’alba e al tramonto, in presenza della luce che lui considera perfetta. Mi domandavo come fosse possibile essere in viaggio in posti così interessanti, ed usare la macchina fotografica solo… due volte al giorno. Ho poi scoperto che questo approccio serve per ottenere le foto spettacolari che spesso vediamo nelle riviste di viaggio e nelle cartoline: luci perfette, composizioni perfette.

Le immagini nate in questi viaggi penso possano essere collocate a metà fra questa ‘intransigenza’ paesaggista ed il mio desiderio molto spiccato di interpretare ciò che osservo, senza, ad esempio, curarmi troppo dell’ora in cui fotografo o se nell’inquadratura, compaiono elementi di apparente disturbo come tralicci, strade, cartelli stradali.

Per la visualizzazione delle immagini verrà utilizzato Lightroom: e verranno esplorate alcune funzionalità durante la presentazione.

Daniele Corsini
http://www.corsiniphoto.com/