… appena ho letto il tema ho deciso di partecipare. La mia prima “sfida” per un argomento che da sempre mi affascina, le geometrie della natura rendono la o la fanno apparire qualcosa di altro, un sogno o una realtà parallela.

Foto vincitrice della sfida. Autrice Francesca Francesconi (corsista autunno 2014)

Foto vincitrice della sfida. Autrice Francesca Francesconi (corsista autunno 2014)

E cosa si intende poi per astratto? Per me l’espressione migliore è stato quel labirinto di cristalli di ghiaccio che hanno portato la mia mente a fantasticare, così geometrici ma così onirici da sembrare un albero nel blu del cielo o una foglia ghiacciata. Cosa di più astratto di qualcosa che è perfetto ma ti porta altrove?

Foto di Giuseppe Mazzù

Foto di Giuseppe Mazzù

Foto di Alessandro Sanna (corsista autunno 2014)

Foto di Alessandro Sanna (corsista autunno 2014)

Foto di Liviana Lanzoni

Foto di Liviana Lanzoni

Una serata con foto bellissime, sogni ad occhi aperti. Difficile è stato scegliere quali votare. Ognuno ha interpretato il tema in maniera particolare rendendo la serata veramente ricca di spunti fotografici e tecnici, mi hanno affascinato il mosso tecnico che dava sensazioni di vita e dinamicità pur mantenedo la foto astratta, le macro che hanno colto dettagli inconsueti della natura, il colore blu acceso e penetrante, come la differente interpretazione di che cos’è per ognuno di noi l’astratto.

Foto di Diana Chessa (corsista autunno 2014)

Foto di Diana Chessa (corsista autunno 2014)

Foto di Alessandro Calabrese

Foto di Alessandro Calabrese

Foto di Roberto Rimondini

Foto di Roberto Rimondini

La prossima “”, dopo la Natura, un altro tema che mi affascina per la complessità emotiva: LEGAMI UMANI intesi come legami di persone che vivono isolate e quindi creano una “famiglia”, persone che lavorando assieme creano legami particolari o che vivendo situazioni analoghe creano appunti legami o famiglie vere e proprie, ma anche ritratti di più persone dove se uno analizza bene la foto capisce in modo chiaro quale posto occupa ciascuno in quel microcosmo e che relazione li lega.
Regole: molto semplici, la fotografia deve contenere più di una persona e le persone devono essere raffigurate tramite il volto o per intero e in ogni caso si deve leggere l’espressione dei visi.

Francesca Francesconi