Foto in copertina – Vincitore della sfida, Claudio Palmieri

Oltre alla fotografia, ho anche la passione per la mountain bike tanto che in Marzo, con la collaborazione di Provediemozioni.it, ho realizzato una serata per parlare della foto di MTB (mountain bike) e della foto sportiva in generale che è stata seguita poi da una uscita sul campo proprio per mettere in pratica le tecniche spiegate.

Di conseguenza mi sento rappresentato da una mia immagine assieme ad una mtb che deve però esprimere dinamismo, e per questo ho fotografato la ruota mossa, senza però che la bici diventi il soggetto della foto, e quindi ho inserito solo una parte di essa. Così ho messo la bici su un cavalletto da officina per tenerla ad un’altezza adeguata poi, per isolare il soggetto, ho sfruttato una raggio di sole che entra dalla mia finestra di cucina ed ho scelto un’esposizione tarata sulle alte luci per non far comparire lo sfondo. Un tempo lento di 1/25 di secondo con un diaframma f22 ed una sensibilità di 100 ISO mi hanno permesso di ottenere l’effetto mosso voluto mentre un obiettivo zoom 24-120 impostato su 31mm su una FX mi ha dato il taglio desiderato.

La mia espressione seria deriva in parte dalla difficoltà di fare un sorriso “convincente” e spontaneo 😉 ma anche per essere più intonato all tono dark dell’immagine.
Ci sono voluti però una ventina di tentativi con l’autoscatto per ottenere un’immagine che mi soddisfacesse perché prima ho provato con un 50mm. f1.4 ma non mi ha convinto perché arriva solo a f16 mentre mi serviva un diaframma f22 poi a volte il viso è venuto troppo nascosto dalla ruota, altre volte c’erano delle ombre indesiderate e così via.
Però, alla fine, sono stato soddisfatto del lavoro e ho avuto la conferma che le foto si fanno soprattutto con la testa e che la macchina fotografica è solo il mezzo per catturare l’immagine voluta. Desidero infine ringraziare tutti coloro che hanno partecipato alla serata, oltre ad Antonio e Maria, per avermi dato il loro supporto.

Foto di Alessio Saponaro

Foto di Alessio Saponaro

Foto di Giuseppe Mazzù

Foto di Giuseppe Mazzù

Foto di Massimo Galli

Foto di Massimo Galli

Foto di Maria Perrone

Foto di Maria Perrone

Foto di Alessandra Aloia

Foto di Alessandra Aloia

Foto di Michele Pietrangelo

Foto di Michele Pietrangelo

Foto di Roberto Rimondini

Foto di Roberto Rimondini

Foto di Antonio Iannibelli

Foto di Antonio Iannibelli

Foto di Rossella Gilli

Foto di Rossella Gilli

Foto di Aurelio Dondarini

Foto di Aurelio Dondarini

Foto di Felicita Russo

Foto di Felicita Russo

Foto di Giovanni Danzi

Foto di Giovanni Danzi

Foto di Marina Curti

Foto di Marina Curti

Foto di Silvia Bonsi

Foto di Silvia Bonsi

Foto di Liviana Lanzoni

Foto di Liviana Lanzoni

Foto di Carlotta Toniolo

Foto di Carlotta Toniolo

Per di Settembre, considerando che ci sono anche le ferie di mezzo, vorrei invitare i soci di PdE ed esplorare le zone vicino a Bologna con l’occhio del turista che vede per la prima volta e con stupore certe meraviglie della Natura per immortalare le emergenze naturalistiche che ci circondano isolandole dal contesto per farle apparire come angoli di posti lontani. Quindi scatenatevi sul Contrafforte Pliocenico, su Monte Adone o Badolo, sui calanchi di Montemaggiore e di Settefonti o anche su “semplici” cave di sabbia o di ghiaia giocando con la luce dell’Alba o del Tramonto, usando grandangoli ed inquadrature inusuali per farci sognare posti lontani. Il titolo del tema può essere: il Mondo dietro casa.

Ciao, Claudio