e presentano

Il e  il Cervo  della Mesola 

mercoledì  9 aprile 2014 ore 21.00 presso l’Associazione in via R. Sanzio 6 Bologna

L’Italia è uno dei paesi europei più ricchi di biodiversità, sia a livello vegetale che animale, vantando un gran numero di forme endemiche, cioè di specie esclusive del nostro territorio. Nella serata si parlerà in particolare dei due cervidi endemici italiani, forse poco conosciuti: il Cervo sardo e il . Il Cervo sardo (Cervus elaphus corsicanus) è un endemismo sardo-corso, sottospecie del Cervo europeo, presente in Sardegna (Costa Verde, M. Arcosu, Massiccio dei Sette Fratelli, Ogliastra) e Corsica (reintrodotto nel 1985). Le immagini di cervo che saranno presentate dal socio Alessandro sono inserite in un più ampio reportage sull’Oasi di Costa Verde, un’area di protezione faunistica situata nella parte sud-ovest della Sardegna, in cui vive una delle più importanti popolazioni di Cervo sardo dell’isola.

1

1

2

2

3

3

Le suggestive foto di Giuseppe De Socio, amico e compagno di scorribande fotografiche di Alessandro, ci guideranno all’interno del Gran Bosco della Mesola, in provincia di Ferrara, una riserva naturale e testimonianza degli ultimi boschi residuali di pianura. Qui sopravvive l’unica popolazione autoctona di Cervo dell’Italia peninsulare che, in quanto tale, rappresenta un’entità faunistica di grande rilevanza dal punto di vista zoogeografico, ecologico, conservazionistico e storico.

Entrata libera!