Foto di copertina di Giulia Guglielmi vincitrice della sfida

Avevo già sentito parlare della Quarta Dimensione ma non pensavo che mi sarei mai trovata io stessa a cercare di rappresentarla con una foto.

Ho cominciato a documentarmi cercando in rete un’ispirazione ed ho avuto l’illuminazione quando ho letto che i Futuristi agli inizi del secolo scorso rappresentavano la Quarta Dimensione con il fotodinamismo, raffigurando tutte le fasi della sequenza nella stessa immagine con l’intento di rendere e far percepire la traiettoria del movimento stesso.

Foto di Devis Di Rocco

Foto di Devis Di Rocco

Avendo praticato per anni danza, ho avuto l’ispirazione di rappresentare una ballerina che fa un arabesque.

Per realizzare il mio progetto ho contattato una mia amica molto brava che ha un solaio completamente vuoto col pavimento di legno di pino e le pareti bianche, proprio come una vera palestra di danza!

Foto di Alessio Saponaro

Foto di Alessio Saponaro

È questo che mi piace della fotografia, la possibilità di far spaziare la fantasia: catturando le immagini da determinate angolazioni si può rappresentare un mondo completamente diverso da quello reale (proprio come quando si gira un film: se solo la telecamera facesse un passo indietro si vedrebbe il set con le luci e le persone dietro le quinte!).

Foto di Raoul Fregni

Foto di Raoul Fregni

Foto di Renato Rubbini e Sergio Monti

Foto di Renato Rubbini e Sergio Monti

Foto di Leonardo Bertinelli

Foto di Leonardo Bertinelli

Ho posizionato la macchina fotografica su un cavalletto, ho impostato la tripla e ho fatto ballare la mia amica contando il tempo per ogni movimento.

In post-produzione poi ho convertito la foto in bianco e nero, per renderla ancora più affine allo stile dei Futuristi.

Foto di Silvia Ferri

Foto di Silvia Ferri

Foto di Liviana Lanzoni

Foto di Liviana Lanzoni

Il tema che voglio proporre per la prossima sfida è L’ACQUA.

Ho scelto questo tema perché può essere rappresentato in infiniti modi e infinite situazioni, perciò è abbastanza ampio e libero come ambito.

Buona fortuna!

Giulia Guglielmi