di Renato Rubbini

 

Panoramica del Lago Piatto - Foto di Silvia Bonsi

Sulla vetta, infreddoliti - Foto di Marco Albertini

Bella è stata la mattina di quel sabato che ci ha visto noi fotografi appassionati  radunati alla base della funivia, tutti ben equipaggiati con l’abbigliamento necessario per affrontare l’escursione che ci avrebbe portato quasi a quota 2000 m,  ognuno con la propria attrezzatura fotografica pronto a catturare le immagini di una giornata di buona luce.

La - Foto di Chiara Mengoni

Salendo verso la vetta - Foto di Cinzia Fratini

E’ indubbio che nel momento della partenza, per questo come per qualsiasi altro  impegnativo, le differenze a livello di esperienza e preparazione fisica per muoversi agevolmente in montagna tra coloro che definirei  senior e quelli più giovani e più abituati ai percorsi in montagna, non si vedono o vengono sapientemente celate…..

Pozza ghiacciata - foto di Stefania Marchetti

Foto di gruppo - Foto di Marco Albertini

Sono le ore successive, quando si affrontano percorsi in salita per giungere fin sulla vetta dell’, ad incaricarsi di mettere a nudo, a volte in modo impietoso, le evidenti differenze di tenuta fisica tra i vari partecipanti! (il riferimento personale è…voluto!)

Il Lago Piatto - Foto di Renato Rubbini

Comunque tutti noi abbiamo vissuto e goduto di una  splendida giornata soleggiata  lungo sentieri che ci hanno portato fino al lago di origine glaciale (Lago Piatto) e dove è stato possibile ristorarci ed anche ripararci da un forte,fastidioso e gelido vento che spazzava quelle cime.

Carline e vento - foto di Domenico Leggieri

La luce era molto buona lassù, ma non si può escludere che il vento intenso sia stata la causa del “mosso” di alcune foto. Specie quelle fatte sulla vetta che abbiamo raggiunto successivamente, dove effettivamente l’equilibrio era precario per le intensità delle raffiche di vento.

In cammino - Foto di Chiara Mengoni

Il - Foto di Marco Albertini

Non si sa se Annibale nella sua discesa verso Roma abbia effettivamente  attraversato quel passo montano per arrivare in Toscana . Penso  comunque , che se avesse incontrato lo stesso intenso vento che abbiamo incontrato noi, di certo  avrebbe desistito!

Verso l'Alpe Tre Potenze - Foto di Adele Cuppini

Lago Nero - Foto di Domenico Leggieri

Sono sicuro che le foto scattate da tutti noi lungo tutto l’arco della giornata passata tra quelle cime battute dal vento e splendidi panorami , sapranno descrivere molto meglio la bellezza e la intensità della natura più di ogni parola scritta in un resoconto.