di Roberta Bechelli

Il cacciatore d’emozioni

Odor di pioggia, eppure spunta il sole,

ci accingiamo al cammino pregustando,

da lontano osserviamo la nostra meta…

Il Gruppo delle Panie - Foto di Silvia Ferri

Emozionati iniziamo la salita,

ognuno ha molte cose da comunicare.

Partenza...via!! Foto di Giovanni Danzi

Colgo l’attimo in cui una mano cerca l’altra,

offre sostegno al compagno li vicino.

In cammino - foto di Marco Albertini

Odori e suoni riempiono mente e cuore,

il sudore appare laggero sulla pelle…

piano piano l’essenza si trasforma…

è un cambiarsi d’abito …

per indossare tutti i verdi della natura…

gli azzurri del cielo…

bianchi e grigi delle nubi.

Flora...toscana - foto di Emilio Rubbi

Tutto ciò che riempie quel paesaggio meraviglioso,

adesso risuona all’interno del cacciatore d’emozioni.

Giunta in vetta

per un attimo…

son rimasta sospesa tra terra e cielo…

perfettamente li dentro di me…

il sole sulla pelle…

il vento tra i capelli…

la forza della terra sotto i miei piedi nudi…

la meraviglia della natura fuori e dentro di me…

In cima a Monte Croce - foto di Marco Albertini

Dopo aver sperimentato tale godimento,

il cacciatore d’emozioni non è più lo stesso,

la sua chimica è cambiata.

Paesaggio - foto di Damiano Chiesa

Il silenzio lo raggiunge spontaneo sulla strada del ritorno,

rispettando la sacralità di quel momento…

“Dopo aver gustato il tuo piacere…

mesto e silenzioso di lasciare quelle cime…

frutti nutritivi tu hai raccolto…

Vista della Pania della Croce - Foto di Felicita Russo

non da metter nel paniere …

ma a riempire il cuore di emozioni…”

Scorcio di alla sera - Foto di Felicita Russo

Foto di gruppo all'Eremo di Colomini - Foto di Marco Albertini