Di Silvia Bonsi

Ciao a tutti e ben ritrovati per questo appuntamento mensile con , il tema del mese di aprile, mirabilmente scelto da Felicita, è “”. E attenzione,  dico mirabilmente perchè non è “La notte”, ma “”, e questa sottile differenza ci apre tutta una serie di possibilità sulle quali i nostri creativi partecipanti si sono cimentati (e sulle quali si è aperta una a dir poco agguerrita disquisizione nel corso della serata).

Foto di Silvia Bonsi - vincitrice della sfida

Di notte. Che succede di notte? Che si fa di notte? Cosa si vede (e come si vede) di notte? Andiamo a vedere cosa hanno prodotto siffatti discordanti pareri.

C’è chi ha immortalato di nascosto, nell’intimità del talamo domestico, bambini, adulti e pensionati abbandonati tra le braccia di Morfeo.

Foto di Max Palmizzi

Foto di Felicita Russo

C’è chi è riuscito a cogliere qualcuno che, insonne, lavora al computer sotto le stelle, o qualcuno che invece le guarda con attenzione dietro un cannocchiale.

Foto di Aurelio Dondarini

Foto di Maria Perrone

Chi invece ha puntato la propria attenzione verso sublimi paesaggi che di notte assumono ancora maggior fascino, grazie al bagliore della luna e al buio che tutto avvolge e rende più magico.

Foto di Valentina Serotti

Foto di Daniele Righetti

Foto di Sonia Colognesi

C’è chi addirittura ha sfruttato il manto nero della notte per utilizzarlo come un canovaccio sul quale dipingere con la luce, creando con disegni immaginari qualcosa di assolutamente originale, o chi mettendo assieme immagini suggestive è riuscito a comporre con teatralità una scena notturna che fa pensare ad una festa in maschera in giardino.

La visione d’insieme è al quanto disparata e multiforme. Vabbè, a sto punto ci metto anche la mia: io ho semplicemente aperto la finestra della mia camera e spiato cosa c’era fuori, nelle case degli altri, cosa si faceva a quell’ora, se c’era ancora qualcuno sveglio, quando quasi tutti già avevano spento la luce, mentre il riverbero della città colorava il cielo di rosso. Eppoi, siccome ci stava bene (lo ammetto) ho aggiunto con photoshop un’ombra dietro una finestra! Ma solo quella, è….

Foto di Carlo Zanetti

Quindi, visto che ormai devo decidere il tema per la prossima sfida, ho cercato qualcosa di simpatico e intrigante, ma m’è venuto in mente poco (solo “coppiette appartate”, che a me piacciono molto, ma non a tutti piace correre il rischio di essere insultati se si viene beccati…), quindi ho ripiegato su “SGUARDI”, che è sempre intrigante (per me), ma molto più serio (o anche no!). Orsù, mettetevi a fotografare animali, persone, oggetti inanimati, da soli, o in molti, oppure voi stessi allo specchio se vi piacete di più… qualsiasi cosa vale! A presto, buon tutto!