I recenti sviluppi dell’ottica, dell’elettronica, i progressi della tecnica digitale, nonché il perfezionamento delle tecniche di avvicinamento agli animali selvatici hanno permesso a molti fotografi negli ultimi anni di scattare immagini di grande suggestione e valore documentativo.

Airone rosso (Ardea purpurea) Foto di Antonio Iannibelli

Attraverso un corso teorico-pratico si offre la possibilità di approfondire il tema della , della , del e del trappolaggio video fotografico, assistiti da fotografi e ricercatori di grande esperienza. Il corso si articola in lezioni teoriche e uscite sul campo, presso l’ (Barberino di Mugello) e presso (Firenzuola). L’iniziativa è rivolta a fotografi naturalistici, con conoscenza delle tecniche fotografiche di base, e a ricercatori in campo faunistico interessati a utilizzare le tecniche a fini documentativi e di ricerca.

PROGRAMMA:

Sabato 26 marzo  9.00 – 17.00  Badia di Moscheta  – Firenzuola, Firenze

IL TRAPPOLAGGIO VIDEOFOTOGRAFICO T.V.F.

Lupo Appeninico (Canis lupus) Foto di Antonio Iannibelli

La tecnica del permette di effettuare foto e riprese di animali selvatici con sistemi automatizzati. E’ possibile quindi effettuare scatti ad animali molto elusivi o notturni con relativa semplicità, utilizzando sistemi reflex o stazioni integrate di ripresa. In questa lezione affronteremo le potenzialità, le strumentazioni e le tecniche per documentare la presenza di animali con questa nuova tecnica innovativa.

Il docente:

utilizza da oltre 10 anni la tecnica del TVF per documentare la presenza dei mammiferi selvatici ed in particolare per il monitoraggio del lupo (www.canislupus.it). E’ inoltre autore di numerose pubblicazioni scientifiche e divulgative sul lupo.

Tasso (Meles meles) Foto di Antonio Iannibelli

Programma:

9.00   Incontro presso il Museo del Paesaggio Storico dell’Appennino di Badia di Moscheta.

Iscrizioni e presentazione del corso.

Introduzione alla .

10.30   Strumenti analogici e digitali per la ripresa in automatico. Applicazioni del metodo del T.V.F. Strategie di utilizzo degli strumenti.  Segue uscita sul campo con posizionamento in bosco delle attrezzature.

Domenica 3 aprile 15.00 – 18.00 Oasi di Gabbianello -Barberino di Mugello, Firenze

DIGISCOPING

Una recente tecnica di fotografia naturalistica in grande evoluzione dove si abbina una macchina fotografica digitale a un cannocchiale prismatico terrestre per raggiungere delle focali che superano abbondantemente i 1800 mm. La tecnica si è sviluppata per poter riprendere a grande distanza gli animali nei loro comportamenti più naturali, senza arrecare loro alcun disturbo.

Il docente: Digiscoper e webmaster del sito www.digiscopingitalia.it  Fotografo professionista nel settore della moda e degli interni, si dedica a questa nuova tecnica da quasi 7 anni cercando nuove soluzioni meccaniche e ottiche. Attivo nella diffusione del digiscoping con articoli su riviste, pubblicazioni e workshop. Vincitore del 2° premio al concorso mondiale di digiscoping “World wide digiscoper of the Year 2009”.

 Programma:

10.30 Introduzione al Digiscoping con esempi e soluzioni per l’uso con compatte o reflex. Proiezione di immagini.

14.00 Uscita ai capanni dell’Oasi per mettere in pratica le tecniche del digiscoping.

Sabato 9 aprile 15.00 – 18.00 Oasi di Gabbianello – Barberino di Mugello, Firenze

CACCIA FOTOGRAFICA

Gufo comune (Asio otus) Foto di Antonio Iannibelli

La conoscenza ed il rispetto della natura e degli animali deve necessariamente essere il punto di partenza di ogni persona che intende avvicinarsi alla fotografia ed allo studio di questi. Per ottenere immagini di qualità è quindi determinante imparare ad approfondire le conoscenze sulle avrie specie e sui vari ambienti e programmare le proprie uscite nel dettaglio, utilizzando sul campo l’attrezzatura più adatta per gli scopi prefissi.

Il Docente : Antonio Iannibelli Fotografo della natura, organizza da anni corsi e gruppi di trekking fotografico. Animatore di una fitta rete di appassionati pronti a scambiarsi informazioni e raggiungere tempestivamente i punti di interesse sparsi sul territorio (soprattutto in montagna) Iannibelli è convinto fautore della costante ricerca sul campo. Presidente e fondatore dell’Associazione Culturale Provediemozioni.it (www.provediemozioni.it) collabora con ricercatori e  enti di ricerca.

Iannibelli vi svelerà i suoi segreti mostrandovi cosa mette nello zaino, come riesce ad avvicinare i selvatici emulando i “predatori” e come realizza immagini esclusive delle bellezze naturali di “casa nostra”.

Programma:

15.00 Ritrovo presso l’Oasi di Gabbianello. La Caccia Fotografica: tecniche e strumenti per l’avvicinamento degli animali. Proiezione di immagini.

Domenica 10 aprile 7.00 – 14.00 Badia di Moscheta -Firenzuola, Firenze

CACCIA FOTOGRAFICA

Muflone (Ovis musimon) Foto di Antonio Iannibelli

Da molti considerata la tecnica fotografica più avvincente, indirizzata a riprendere gli animali nel loro ambiente naturale. L’appassionato di natura, e fotografo, è prima di tutto amante della vita selvaggia con la volontà di immortalare le emozioni di un avvistamento fugace. Iannibelli vi svelerà i suoi segreti mostrandovi cosa mette nello zaino, come riesce ad avvicinare i selvatici emulando i “predatori” e come realizza immagini esclusive delle bellezze naturali di “casa nostra”.

Il Docente: Antonio Iannibelli

Programma:

7.00  Ritrovo presso la Badia di Moscheta (Firenzuola). Escursione in bosco per mettere in pratica le tecniche di avvicinamento agli animali e l’uso delle attrezzature idonee.

Domenica 17 aprile 10.30 – 19.00 Oasi di Gabbianello e Macchie di Panna – Barberino di Mugello, Firenze

FOTOGRAFIA RAVVICINATA E MACROFOTOGRAFIA

Ofris insettifora - Foto di Antonio Iannibelli

La fotografia a distanza ravvicinata ci offre un mondo meraviglioso di colori e forme, spesso poco conosciuto. Con l’avvento del digitale le possibilità di documentare aspetti del microcosmo sono incrementati notevolmente, permettendoci di ottenere foto e documenti di estremo interesse e suggestione, anche nei luoghi o nelle stagioni in cui altre tecniche non sono utilizzabili.

Il docente:
, esperto di orchidee spontanee, collabora da anni in attività di documentazione naturalistica, con l’Osservatorio Naturalistico Mugellano. Autore della monografia ” Le orchidee spontanee del Mugello “.

Programma:

10.30  Fotografia a distanza ravvicinata e macrofotografia. Controllo della luce e uso del flash. Proiezione di immagini.

14.00  Uscita sul campo per scoprire gli strumenti e le tecniche per fotografare la Natura da vicino.

18.00  Rinfresco presso il Centro Visite dell’Oasi con prodotti tipici del territorio.

Note tecniche:

Il corso è aperto a un minimo di 10 e un massimo di 20 partecipanti.

Il costo del corso è di € 180,00.

Sono previsti sconti per gli associati di Provediemozioni.it, CSDL, Digiscopingitalia, PhotoClub Mugello, PhotoClub Cantella, Osservatorio Naturalistico Mugellano.

Per informazioni e iscrizioni:

s.c.r.l.

Viale Ugo Bassi 6/r

50137 Firenze

Tel/fax 055 5535003 –  Cell. 329 3537737  Maria Lucentini

E-mail maria@ischetus.it; info@gabbianello.it

Web: www.gabbianello.it